SEO e contenuti multimediali: l’importanza di immagini e video ottimizzati

Le pagine web di oggi offrono contenuti sempre più vari e diversificati, per questo è importante ottimizzare non solo il testo ma anche gli altri elementi presentati all’utente che contribuiscono a rendere la sua esperienza più ricca.

Oggi un sito web punta a coinvolgere l’utente al massimo, soprattutto attraverso immagini e video accattivanti e coinvolgenti. Pensiamo anche al recente boom delle infografiche, anche in versione animata. Ci sono alcuni settori specifici che utilizzano molti contenuti multimediali e ne fanno l’oggetto principale del proprio business: tra gli esempi più evidenti le Web TV o i siti web di artisti, fotografi e creativi…
Da un punto di vista SEO anche immagini e video devono essere correttamente ottimizzati per i motori di ricerca e anzi questa attività porterà al sito un doppio vantaggio: se da una parte questi elementi contribuiranno a contestualizzare il sito web attraverso keyword specifiche dall’altra offriranno maggiori opportunità di comparire tra i risultati di ricerca che ormai non si limitano a restituire pagine web, pensiamo ad esempio ai risultati video e alla ricerca immagini di Google.

L’ottimizzazione degli elementi multimediali rientra nelle attività dell’ottimizzazione on-site e presuppone quindi delle analisi preliminari, come ad esempio l’analisi keyword, esattamente come si fa per un contenuto testuale.
Inserire contenuti multimediali interessanti e accattivanti rappresenta un grande vantaggio per la popolarità di un sito web ovvero quello di ottenere grande visibilità grazie ai social network. Su Facebook , Twitter, Youtube e su tutti gli altri numerosi network online i contenuti multimediali interessanti vengono condivisi e diffusi alla velocità della luce, anche per questo è importante prevederne una semplice integrazione attraverso plugin e widget, almeno per quanto riguarda le piattaforme più conosciute.